mimo9 – mimo nine

e network interaction news

Torino_luci d’artista

curato da Kristina Drapic

immagine-4.jpg

Passeggiando per le vie delle nostre città in questi giorni ormai invasi da spirito natalizio, quante volte ci siamo chiesti se gli addobbi luminosi oscillanti sopra le nostre teste potessero essere meglio?
Insomma, angeli, stelle comete o indefinibili ghirigori colorati riproposti spesso nella posizione dell’anno precedente, percorsi luminosi che non portano da nessuna parte ma si interrompono al primo bivio e poi tutti quei colori che contribuiscono ad aggiungere un tocco di cattivo gusto invece di produrre un’atmosfera magica…
Che ci vuole per fare le stesse cose ma bene? Finalmente qualcuno l’ha capito ed ha centrato in pieno l’obiettivo:
Torino continua a lasciarci senza parole ed avanzare a piccoli passi verso un mondo che ha voglia di mettersi in discussione e rimodellarsi secondo esigenze e curiosità della contemporaneità.
Così il via alle luci d’artista, evento di spicco del programma Contemporary arts Torino Piemonte contenitore delle iniziative pubbliche e private legate alla contemporaneità che avvengono sul territorio.
Le installazioni luminose tracciano un percorso ideale tra musei e gallerie e, illuminando piazze e vie del centro, offrono a cittadini e turisti la possibilità di entrare in contatto diretto con l’arte contemporanea.

Passeggiare sotto “palle di neve” proposte da Erica Borghi in perfetta sintonia col suo stile (bottiglie di plastica, tagliate a metà, con il collo infilato in una palla di polistirolo e il corpo sfrangiato a caldo con le forbici in modo da formare una rosa di petali trasparenti), o farsi travolgere dal “tappeto volante” di Danel Buren concepito come un singolare “gazebo” che sorregge una fitta rete di cavi d’acciaio ai quali sono appesi tanti cubetti rossi e banchi, o blu e bianchi che accesi di notte appaiono appunto come un tappeto volante, fa certamente concepire e vivere la città in maniera diversa dal solito.

E poi come non citare l’opera di Nicola De Maria intitolata “Regno dei fiori”, nido cosmico di tutte le anime, ampliata e posta nella monumentale piazza Vittorio Veneto, oppure “lui e l’arte dell’andare nel bosco” di Luigi Mainolfi che con una fiaba scritta dal novelliere Guido Quarzo si accompagna con scritte colorate lungo un intero percorso.

 

Questa immagine che Torino oggi ci protone non è solo 1 invito a visitare il capoluogo piemontese nei giorni festivi bensì un accenno a quello che ci attenderà nel 2008. Infatti Torino entrerà ufficialmente nell’Anno Mondiale del Design con una straordinaria notte di capodanno, progettata ad hoc per festeggiare Torino 2008 World Design Capital. Sarà un anno pieno di inizative e Torino dopo aver passato il test delle olimpiadi dovrà di nuovo mettersi in gioco e riuscire a cavarsela con tutti quegli occhi puntati addosso. Questa volta con un’utenza pi˘ specifica e creativa. Se la caverà? Le basi ci sono, e noi seguiremo….

immagine-5.jpg
immagine-6.jpg

immagine-7.jpg

2 Comments»

  giorgio wrote @

Mi è piaciuto molto quando hai scritto “Torino continua a lasciarci senza parole ed avanzare a piccoli passi verso un mondo che ha voglia di mettersi in discussione e rimodellarsi secondo esigenze e curiosità della contemporaneità.”. In poche parole hai riassunto quello che è lo spirito della Torino di oggi! Ciao

  mario wrote @

nel suo piccolo torino ha molto da insegnare a tante città che credono di essere “grandi” ma invece sono più sterili di quanto non appaiano.
con semplicità torino ormai da numerosi anni ha preso uno slancio considerevole, ospita eventi come cioccolatò, la fiera del libro, euritmica, il congresso mondiale degli architetti [nel 2008], il salone del gusto, luci d’artista e molti altri…
camminando per le strade si percepisce un grande movimento, una giovane vivacità che sarebbe bello portare anche altrove!


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: